Gli estrogeni lanciano l'allarme

Bassi livelli di estrogeni sono il motivo per cui le donne più giovani diventano vulnerabili ai problemi cardiovascolari

WhatsApp Share

Un recente studio pubblicato su Heart, un giornale internazionale di cardiologia, ha dimostrato che le donne che hanno avuto le mestruazioni a 11 anni o prima, o quelle che sono entrate in menopausa a 47 anni o prima, hanno un rischio maggiore di malattie cardiache e ictus. I risultati del team, guidato da Sanne AE Peters, ricercatrice presso il George Institute for Global Health della University of Oxford suggeriscono che le donne che hanno cicli riproduttivi prematuri o una storia di eventi avversi dovrebbero farsi controllare per prevenire eventuali problemi cardiaci.

I cardiologi dicono che un basso livello di estrogeni – che può essere causato da vari cambiamenti nello stile di vita e da altre condizioni – è uno dei motivi principali per cui le donne più giovani sviluppano malattie cardiovascolari.

Tradizionalmente, la malattia cardiaca non viene mai pensata come una malattia femminile; quindi, spesso, quando una donna lamenta sintomi come mancanza di respiro, viene approcciata come se dovesse essere affetta da qualcos'altro – inoltre, l'angina può presentarsi nelle donne quasi in maniera asintomatica, con dolori atipici. Ricordando che i fattori di rischio per le malattie cardiache nelle donne includono anche quelli regolari come il fumo, il colesterolo alto, l'ipertensione, la mancanza di attività fisica e una dieta malsana, è bene sottolineare che ce ne sono alcuni specifici che riguardano il controllo delle nascite tramite contraccettivi, le pillole ormonali e, appunto, il livello degli estrogeni.

I medici dicono che è necessaria una consapevolezza sulle malattie cardiache: esse possono colpire chiunque, indipendentemente dall'età o dal sesso; solo cambiamenti precoci e correttivi dello stile di vita e misure preventive possono aiutare a combattere i fattori di rischio e ad evitarle. Le donne in particolare devono essere consapevoli dei segni e dei sintomi e prendersi cura adeguatamente della propria salute.