Casas Melhoradas

Nasce un progetto per costruire alloggi sostenibili ed economici in Mozambico

WhatsApp Share

Nella speranza di avviare uno sviluppo urbano sostenibile in Mozambico, uno dei paesi più poveri del mondo, Johan Mottelson e Jørgen Eskemose dell'Institute of Architecture, Urbanism & Landscape del KADK, la ONG di Mozambico Estamos e gli Architetti senza Frontiere danesi hanno unito le forze per sviluppare Casas Melhoradas, un progetto di ricerca di alloggi a prezzi accessibili.

Il prototipo di alloggio è stato pensato per essere sensibile alla densità urbana e alle pratiche sostenibili: si tratta di una villetta a schiera che si adatta a dare spazio a sei abitazioni su un terreno che normalmente sarebbe stato utilizzato per abitazioni monofamiliari – in questo modo si combatte l'idea sbagliata di espansione urbana che ci è stata fino a questo momento.

Il progetto è stato completato nel 2018, in collaborazione con i costruttori locali, con i quali sono stati testati modelli di abitazioni, tecniche di costruzione e metodi di produzione, compresi gli esperimenti con la prefabbricazione. Grazie a Casas Melhoradas si spera di sviluppare metodi di costruzione alternativi e tipologie abitative più economiche e sostenibili, dando la possibilità di affittare alloggi a prezzi accessibili grazie a partnership pubbliche e private.

Le unità abitative vengono affittate tramite un'organizzazione locale di edilizia senza scopo di lucro che, poi, utilizza i soldi per reinvestire in altri progetti alternativi. Esse dispongono di cucine esterne private (una necessità dovuta all'uso predominante del carbone) dotate di stufe a gas nel tentativo di ridurre l'inquinamento atmosferico; i bagni sono in comune, così come la lavanderia, in cortili comuni; c'è anche un tetto verde per migliorare il microclima.
Casas Melhoradas è attualmente alla ricerca di donatori e investitori per future collaborazioni.