Mr. Facebook: 'Il futuro è la telepatia'

L'evoluzione della comunicazione arriverà all'ultimo stadio con la telepatia, questa la profezia di Zuckerberg

WhatsApp Share

Secondo Mark Zuckerberg in futuro 'penseremo qualcosa e i nostri amici la potranno percepire'.

Sembra uno scenario fantascientifico, ma in futuro potremmo non aver più bisogno di foto, video o messaggi: condivideremo pensieri, sensazioni ed emozioni nella maniera più immateriale possibile: da cervello a cervello.

Questo è ciò che ci attende secondo Mark Zuckerberg, il n.1 di Facebook. Come riporta l'ANSA, durante una delle periodiche sessioni di domande e risposte sul social network ha risposto così: 'Un giorno sarete in grado di pensare a qualcosa e i vostri amici potranno immediatamente percepire la stessa cosa'.

Il discorso si è allargato anche al tema dell'intelligenza artificiale; secondo Zuckerberg 'l'obiettivo di Facebook è creare sistemi migliori degli esseri umani nei sensi primari: vista, udito, eccetera'. E in effetti l'azienda sta sviluppando tecnologia anche sul fronte del riconoscimento, ad esempio è giù attivo oltreoceano 'Moments', l'algoritmo che ci riconosce in una foto anche se ci copriamo il viso.

Zuckerberg, tornando sulla telepatia, la propone come lo stadio finale della comunicazione: 'Ci sono poche ma importanti tendenze nella comunicazione umana che speriamo di migliorare. Prima abbiamo condiviso testi, ora postiamo principalmente foto. Nel futuro i video saranno molto più importanti. Dopo tutto questo verranno esperienze totalizzanti come essere immersi nella realtà virtuale e saranno la norma. Dopo avremo il potere di condividere tutta la nostra gamma di sensi ed esperienze emotive con la gente quando vorremo'

a.po