Il nobel per la pace al presidente della Colombia Juan Manuel Santos

Il tentativo di giungere a una pace con le Farc è stato premiato 

Va in Colombia il nobel per la pace: è stato assegnato al presidente della Colombia Juan Manuel Santos.

La scelta punta a premiare "il suo sforzo risoluto per mettere fine al conflitto durato 52 anni" con le Farc e il riconoscimento deve essere considerato "come un tributo al popolo colombiano e un omaggio alle vittime".

"Il presidente Santos ha avviato i negoziati che sono culminati nell'accordo di pace tra il governo colombiano e i guerriglieri delle Farc" firmato il 26 settembre scorso, ma bocciato in un referendum popolare domenica scorsa, e ha "con coerenza cercato di far avanzare il processo di pace".

Anche se il referendum non è passato, lo sforzo del presidente va comunque considerato: “il fatto che la maggioranza abbia votato no al referendum, non significa che il processo di pace sia morto: il referendum non ha bocciato il desiderio di pace, ma uno specifico accordo”, spiegano da Oslo gli organizzatori.

"Noi speriamo che il premio gli dia la forza per continuare i suoi sforzi" per arrivare a un accordo, continua la motivazione, in cui si ricorda come il presidente abbia già incoraggiato tutte le parti a partecipare a nuovi negoziati: "Il Comitato auspica che tutte le parti partecipino in modo costruttivo ai negoziati".

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER