Neom, la città-stato del futuro

In Arabia Saudita il progetto del principe MBS è di avere camerieri robot, taxi volanti, pioggia artificiale, una luna finta e molto altro ancora

Il Wall Street Journal ha esaminato i documenti confidenziali della creazione della città di Neom, in Arabia Saudita, ed ha scoperto un progetto degno di un romanzo di fantascienza: sabbia che risplende nell'oscurità, camerieri robot, taxi volanti, una luna artificiale e un'isola in stile Jurassic Park, che permetterà ai visitatori di socializzare con i dinosauri robot.

Dal 2017, il principe ereditario saudita Mohammed bin Salman, meglio noto come MBS, lavora con un team di consulenti per sviluppare la sua visione di come dovrebbe essere la sua città ideale da far nascere in un angolo abbandonato e sterile del nord-ovest dell'Arabia Saudita (grazie a 500 miliardi di dollari).

Oltre a una rivalutazione delle possibilità del terreno, che potrebbe iniziare a essere coltivabile grazie a una pioggia speciale, creata anch'essa artificialmente e oltre a prodotti freschi e ristoranti con certificazioni Michelin, ci saranno anche scuole di livello mondiale con ologrammi al posto di insegnanti e molti lavori che saranno i più pagati del pianeta.

Assurdo? Beh, sì. Assurdo positivo? È tutto da vedere.

Il punto, infatti, è che, oltre a questa visione futuristica e innovativa, fatte di tecnologie incredibili e idee avanguardistiche, dentro le 2.300 pagine del documento esaminato dal giornale degli Stati Uniti, ci sono anche piani per il trasferimento forzato delle tribù locali, per la creazione di cliniche umane per l'editing genico, in modo da creare cittadini geneticamente più forti e intelligenti e piani per l'istituzione di una sorveglianza del governo 24 ore su 24, 7 giorni su 7 su tutto – con droni, telecamere e crimini notificati senza nemmeno bisogno di una denuncia.

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER