Un casco da bici sostenibile, che si piega

Nasce Cyclo: un casco realizzato in plastica riciclata e facilmente imballabile

Portare il casco salva la vita: vale per la moto, il motorino e la bicicletta, eppure è molto bassa la percentuale di persone che lo indossa – soprattutto per quanto riguarda la bici. I ciclisti dicono che un grande deterrente all'uso del casco è l'inconveniente di doverselo poi portare dietro una volta che la bici è stata assicurata a un palo o a una staccionata.

Per questa ragione, è molto interessante la segnalazione dell'arrivo di questa nuova generazione di caschi che oltre ad essere belli e sicuri, sono anche compatti e portatili.
Attualmente in tendenza su Indiegogo è proprio uno di questi: il casco Cyclo, creato da alcuni professionisti che hanno lavorato nel regno del design per un po', con carriere di rilievo come ingegneri presso Aston Martin e Boeing.

Cyclo offre agli utenti una ripiegabilità mai vista prima: grazie a un design unico, infatti, il casco ha un meccanismo con una clip che consente alla parte superiore arrotondata di ribaltarsi nella parte inferiore del telaio quando il casco non è in uso, permettendo di riporlo comodamente in uno zaino o in una borsa. Inoltre, assicura una forte resistenza delle parti mobili quando esso si trova sulla nostra testa durante una corsa – è stato ideato e costruito per superare tutti gli standard d'uso richiesti da Stati Uniti, Europa e Canada.

Altra caratteristica importante di questo casco è la sua sostenibilità: collaborando con Plastic Oceans UK, Cyclo sostiene gli sforzi per ripulire l'inquinamento da plastica nell'oceano: ogni casco rappresenta 20 bottiglie d'acqua rimosse dagli ecosistemi marini.

 

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER