Bambini e fake news

Grazie a programma che insegna ai bambini a usare bene internet, Google li aiuta anche a difendersi dalle notizie false

I genitori sono cresciuti nel mondo digitale, mentre i loro figli ci sono nati: la percezione del veder nascere un sistema e quella di nuotarci fin dal sacco amniotico è molto diversa; anche per questo è interessante il progetto di Google in merito all'educazione dei bambini nell'uso di internet.
È dal 2017 che il colosso della tecnologia ha lanciato il programma Be Internet Awesome per insegnare ai bambini come sfruttare al meglio internet rimanendo al sicuro online, ma la notizia di ora è che, visti gli ultimi sviluppi, il programma si occuperà anche di insegnare la difesa dalle fake news.

Google ha aggiunto sei nuove attività di alfabetizzazione mediatica al programma sviluppato in collaborazione con Anne Collier, direttore esecutivo di The Net Safety Collaborative, e Faith Rogow, coautore di «The Teacher's Guide to Media Literacy» e co-fondatore della National Association for Media Literacy Education.
Oltre a insegnare ai bambini come determinare se una fonte è credibile durante la navigazione in rete, queste attività li addestrano anche a identificare e rispondere a una serie di altri tentativi di inganni online, che vanno dal phishing ai robot che si spacciano per umani.

Anche se le fake news sono sempre esistite, internet e i social network hanno reso la loro diffusione molto più facile e la loro portata molto più difficile da arginare. Si trovano ovunque e vengono usate a ogni livello – politico, sociale, personale – per ottenere vantaggi grazie alla manipolazione.
Vaccinare i bambini contro queste falsità potrebbe portare all'arrivo di una generazione immune da questa grave piaga mondiale.

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER