Presto basterà un esame del sangue per diagnosticare il tumore

Grandi passi in avanti per la prevenzione in campo oncologico

E se bastasse un kit di test preso in farmacia per scoprire se hai una qualsiasi forma di cancro? Questo è l'obiettivo di un nuovo studio pubblicato sulla rivista Science. I ricercatori hanno affermato di essere più vicini che mai a questo tipo di obiettivo. In caso di successo, il loro metodo potrebbe sostituire quelli decisamente più invasivi in vigore oggi e l'aspetto più interessante è che potrebbe aiutare la diagnosi molto prima che i sintomi compaiano, influendo significativamente sul numero di guarigioni.

Secondo Nickolas Papadopoulos, professore di oncologia e patologia presso il Johns Hopkins Sidney Kimmel Cancer Center, il nuovo approccio combina due diversi metodi. Soprannominato CancerSEEK, è stato progettato per rilevare i tipi di cancro più diffusi: cancro al seno, ai polmoni, al colon, al fegato, allo stomaco, alle ovaie, al pancreas e all'esofago.

Finora, i ricercatori sono riusciti a testare il loro nuovo metodo su un pool di 1.005 pazienti affetti da cancro. Dopo aver analizzato i risultati, hanno concluso che i segni di cancro erano presenti in circa il 70% di essi. I ricercatori hanno esaminato anche 812 persone a cui non era stato diagnosticato un cancro e hanno scoperto che solo sette di esse avevano letture false. Il basso tasso di falsi positivi sia presente in qualsiasi test e anche questo metodo, quindi, potrebbe essere ampiamente utilizzato per sottoporre a screening le persone.

Il risultato non ci sorprende, visto che secondo un'altra recente ricerca le tecnologie di diagnosi di nuova generazione potrebbero essere più affidabili dei medici

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER