È un neurone maschile a dare il via al corteggiamento quando capta il “profumo” delle donne

Un nuovo studio sui topi evidenzia che le differenze tra maschi e femmine dipendono anche dai sensi

C’è un neurone molto speciale che solo i maschi possiedono, il suo compito è captare il “profumo di donna” e far così scattare la scintilla che dà il via al corteggiamento.

Purtroppo c’è una controindicazione: si “spegne” a causa dell’abitudine. Significa che la continua presenza femminile porta all’assuefazione. Nei topi funziona così, lo ha dimostrato un équipe di ricercatori della Washington University School of Medicine di St. Louis.

Lo studio è stato pubblicato sulla rivista “Neuron” e spiega che solo nei topi maschi è stato rilevato un particolare neurone capace di rilevare un feromone presente nelle urine femminili, che li attira e accende la miccia del corteggiamento.

Ma quando i topi maschi rimangono a lungo in contatto con le femmine questo meccanismo si inibisce e anche il comportamento del corteggiamento cambia.
I neuroni quindi si adattano all’esperienza e per questo, spiega Timothy E. Holy, autore senior del lavoro, "le differenze tra maschi e femmine sono dovute non a fattori innati, come ci si aspetterebbe per un sistema che rileva feromone, ma legate a diverse esperienze sensoriali"

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER