Nasce in Giappone la Kofunaki House, l'eco-villaggio a cielo aperto

La natura in casa: da qui parte il concetto alla base di Kofunaki House, l'eco-villaggio nato alle porte di Kyoto, in Giappone, in cui ogni abitazione sembra non avere pareti.


Bioedilizia, fonti rinnovabili, riciclo dell'acqua, illuminazione naturale e tanta natura, direttamente dentro casa. Succede vicino Kyoto, in Giappone, dove è nato un eco-villaggio in cui vivere sostenibilmente e in armonia con l'ambiente, dal nome "Kofunaki House": un vero e proprio sogno per i 1000 abitanti della prefettura di Shiga.

Gli architetti Sumiou Mizumoto e Yoshitaka Kuga dell'ALTS design hanno completato la struttura all'inizio dell'anno, dando così vita ad un progetto in grado di integrare natura ed edilizia: la casa, infatti, è stata realizzata con superfici naturali in legno, combinate ad ampia illuminazione naturale e a giardini in ghiaia per evocare il ciclo delle stagioni. Nei giardini interni, inoltre, spuntano piccoli alberi, piante grasse e arbusti ovunque, che si integrano perfettamente ai biomateriali utilizzati e alle ampie vetrate di cui è costituita la struttura.

Kofunaki-House-Giappone

Come hanno spiegato gli architetti, "di solito le case sono nettamente divise in esterni e interni, e la natura non viene considerata. La Kofunaki House, al contrario, possiede un interno e un esterno collegati dolcemente, perché le persone iniziano a sentire il bisogno di 'sentire' i boschi, la natura, e godersi le stagioni che cambiano".

Kofunaki-House

Come tutte le abitazioni giapponesi, anche qui l'area di ingresso è modellata sul concetto di Doma, l'ingresso con pavimento di terra su cui si lasciano le scarpe prima di raggiungere il pavimento in legno. Qui, però, il Doma si trasforma in una zona di transizione tra il dentro e il fuori, grazie ad un suggestivo giardino di ghiaia. Ovunque c'è un chiaro senso di armonia nella sovrapposizione di spazi e punti di vista: dalla scala aperta, al ponte che collega l'ufficio al piano di sopra e alla zona notte. Tutti gli spazi, poi, sono stati separati da tende traslucide, anziché che da pareti solide, aggiungendo fluidità all'ambiente e contribuendo ad ampliare gli spazi, da arredare a seconda delle proprie esigenze.

-fd-

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER