ULTIMA ORA:
Post title marquee scroll
Covid: Maraio (Psi), 'con pass vaccinale può ripartire turismo'-Coppa Italia, Ghirelli: "Stessa logica Superlega, legali studieranno materia"-A Monica Bellucci il David Speciale 2021-**Covid: Codacons, 'su ricorso ristoranti al chiuso Tar chiede spiegazioni a Governo'**-**Omofobia: Zan, 'testo della destra vergognoso, è attacco a legge Mancino'**-Gruppo Hera: oltre 2 mld di euro distribuiti sul territorio-Beni culturali: tornano le Giornate Fai di Primavera, porte aperte a 600 luoghi-Beni culturali: tornano le Giornate Fai di Primavera, porte aperte a 600 luoghi (2)-Beni culturali: tornano le Giornate Fai di Primavera, porte aperte a 600 luoghi (3)-**Arte: addio a William Wiley, il padre della Funk Art** (2)-Denise Pipitone, rivelazione dell'ex pm: "Così fui bloccata durante l'inchiesta"-Ghirelli: "Nuova Coppa Italia? Stessa logica Superlega, legali studieranno materia'-Covid Toscana, oggi 861 contagi: bollettino e dati di Giani-Caso Denise, la rivelazione ex pm: "Così fui bloccata durante l'inchiesta"-Caso Denise: ex pm Angioni, 'era terreno minato, così fui bloccata durante l'inchiesta'/Adnkronos (2)-Caso Denise: ex pm Angioni, 'era terreno minato, così fui bloccata durante l'inchiesta'/Adnkronos (3)-Caso Denise: ex pm Angioni, 'era terreno minato, così fui bloccata durante l'inchiesta'/Adnkronos (4)-Scuola: sottosegretario Sasso, 'vogliamo incrementare fondi per sicurezza'-Caso Denise: ex Procuratore Di Pisa, 'l'ispezione dopo 20 anni? Un'attività ad uso mediatico'-Caso Denise: ex Procuratore Di Pisa, 'l'ispezione dopo 20 anni? Un'attività ad uso mediatico' (2)

Fotovoltaico: si ricava dagli alberi e si ricicla in acqua

Condividi questo articolo:

Le nuove celle solari ricavate dagli alberi, e scoperte da un team di ricercatori statunitensi, sarebbero in grado di riciclarsi molto piu’ facilmente rispetto agli attuali dispositivi fotovoltaici

Il fotovoltaico sarà più ecologico e riciclabile, grazie all’impiego di nuove celle solari organiche prodotte a partire dagli alberi. Si tratta, in pratica, di un’innovativa tecnologia fotovoltaica che utilizza dei substrati costituiti da nanocristalli di cellulosa (Cellulose NanoCrystal – CNC), derivati da alberi o altri tipi di piante ed in grado di riciclarsi molto più facilmente rispetto alle attuali celle solari (in plastica, vetro, derivati petroliferi, etc.). I substrati ‘CNC’, in particolare, sono dei supporti otticamente trasparenti che, integrati in una cella solare, permettono alla luce di passarvi tranquillamente attraverso, prima di essere assorbita da una superficie molto sottile di semiconduttore organico.

Le nuove celle solari ricavate dagli alberi, scoperte recentemente da un team di ricercatori del Georgia Institute of Technology e della Purdue University, negli Stati Uniti, faciliterebbero quindi il processo di riciclo delle loro parti essenziali, grazie ad una semplice immersione in acqua (a temperatura ambiente) dei dispositivi fotovoltaici. In questo modo, infatti, i substrati di cellulosa si dissolvono, scomponendo in pochi minuti le parti principali dei dispositivi fotovoltaici che, a loro volta, verranno riutilizzate per produrre nuove celle solari.

Il fotovoltaico del futuro sarà quindi più vicino all’ambiente e aiuterà i vari consorzi specializzati a ridurre l’impatto derivato dallo smaltimento dei moduli a fine vita e dei ‘materiali solari’ danneggiati durante le procedure di produzione o installazione. Intanto, i ricercatori sono al lavoro per potenziare l’efficienza energetica di questi dispositivi. Se i livelli raggiunti dalle nuove celle solari saranno soddisfacenti, potrebbero presto diventare un prodotto commerciale nel giro di pochi anni.

(Matteo Ludovisi)

Questo articolo è stato letto 12 volte.

alberi, ambiente, celle solari, cellulosa, fotovoltaici, fotovoltaico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010.redazione@ecoseven.net