India, la 'Shangri la', il mitico luogo dove il tempo si e' fermato

Nella parte meridionale dell’India si trova il distretto del Nilgiri, puro, incontaminato e verde. Un trionfo della natura, dove vivere una esperienza turistica ecosostenibile oggi è possibile ... Una zona che ricorda quella narrata dal romanziere James Hilton nei pressi del Tibet

Veniva chiamato “Shangri la” ed era il mitico luogo, nato dalla fantasia del romanziere James Hilton, nel quale viveva una comunità perfetta, libera dagli odi, dall’ira, dall’avidità. Era collocato in Tibet, sotto i confini della Cina meridionale. Un’utopia, certo, ma il termine “Shangri la” è rimasto a indicare un posto immaginario magnifico: puro, incontaminato, verde, naturale. Tutti aggettivi che possono essere tranquillamente presi in prestito per parlare del distretto del Nilgiri, una zona dell’India meridionale. Il posto praticamente perfetto per chi vuole provare un’esperienza ecosostenibile a 360 gradi. Si dorme in alloggi tipici del luogo, si mangia secondo le antiche tradizioni locali, seguendo ricette che perdono le loro tracce davvero nella notte dei tempi (parliamo anche del 500-600 avanti Cristo). Si punta tutto sull’autosufficienza alimentare e saranno felici tutti quelli che vorranno “depurare” il proprio corpo: è bandito il consumo di carne, si punta tutto su frutta e verdura, naturalmente coltivate sul posto. Scontato l’abbondante consumo di thè, visto che è quella la materia per il sostentamento dell’economia locale. A completare il quadro di un viaggio totalmente sostenibile c’è l’utilizzo di pannelli solari per produrre energia e l’incoraggiamento, a ogni turista, per piantare un albero “Shola”. Una pianta secolare che, come tutto il paesaggio circostante, rende il Nilgiri un posto dove il tempo pare essersi fermato. (umberto di giacomo)

 

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER