Percorsi Natura/ Il lago Maggiore, tra castelli, musei e ville antiche

Il Lago Maggiore offre ai visitatori e agli appassionati di natura molti itinerari, parecchie attrattive. Non mancano castelli, ville, parchi e musei

Dal Canton Ticino a Novara, il lago Maggiore è una delle principali mete turistiche estive e invernali. La sua superficie, di 212 Km quadrati, fa sì che esso sia il secondo lago di Italia per estensione, ma null’altro ha da invidiare al lago più grande, quello di Garda. La popolazione, la cultura, l’arte e la tradizione che circondano il lago Maggiore, lo rendono affascinante agli occhi di tanti turisti, stranieri e non.

Ma che storia nasconde il lago Maggiore? Partiamo dalle sue origini, glaciali. Prima dell’immensa distesa d’acqua il lago pre-alpino si presentava come un’immensa distesa di ghiaccio che raffreddava la Svizzera, il Piemonte e la Lombardia. Solo dopo la scomparsa dei ghiacciai e la creazione vera e propria del lago Maggiore, la zona limitrofa iniziò ad ospitare i primi gruppi umani, nomadi che sfruttavano il territorio per la caccia e gli approvvigionamenti.

I primi nuclei abitativi sono apparsi durante l’età del Rame e pian piano il lago Maggiore assisterà ad un lento insediamento sedentario. Il lago ha vissuto ‘partecipe’ la storia della nostra nazione, passando di dominatore in dominatore. Ma è proprio questo che fa del lago Maggiore un luogo in cui le diverse culture e le diverse tradizioni si incontrano e si mostrano alla civiltà odierna.

Chi visita il territorio del lago Maggiore potrà ammirare i castelli di Cannero e di Massimo Visconti, la rocca Borromea di Angera, la villa Ducale, il palazzo Borromeo dell’isola Madre, i parchi di villa Bernocchi e di villa De Angeli Frua e musei archeologici o di arte moderna. Ma è solo per citare alcune delle bellezze e delle attrazioni culturali e artistiche che il lago Maggiore offre.  

Chi ama ammirare la sola natura può organizzare un tour tra le isole, piccole e grandi, che popolano il lago. Undici in tutto, esse presentano ai turisti piante tipicamente mediterranee e piante originarie delle zone atlantiche. Chi ama i pesci, dovrà scegliere il mese di dicembre per visitare il lago Maggiore, quando i pesci Bondella e Lavarello, che solitamente vivono in acque profonde, vengono a riva durante la fregola. Durante l'estate, invece, sulle rive del lago è possibile fare una scorpacciata di sole e rinfrescarsi nelle dolci acque Maggiori. 

Per maggiori informazioni visita il sito www.illagomaggiore.com

 

(GC) 

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER