Gran Bretagna, fondi per sostituire caldaie a gas con caldaie a biomassa e solare termico

Condividi questo articolo:

Il Governo Britannico stanzia 10 milioni di sterline per far sostituire le caldaie a gas con caldaie a biomassa e con moduli solari termici

La Gran Bretagna punta sulle biomasse e sul solare termico per il riscaldamento delle proprie case. E per questo il Governo britannico ha stanziato 10 milioni di sterline, grazie alle quali le famiglie delle case popolari possono sostituire le vecchie caldaie a gas con caldaie a biomassa e moduli solari termici.

Per poter sostituire le caldaie a gas con le caldaie a biomassabiomassa e con i moduli solari termici gli enti che hanno a che fare con l’edilizia popolare potranno sottoporre le richieste per un massimo di 175 mila sterline a progetto in Inghilterra, Scozia e Galles entro il 4 luglio. Questo bando di gara e’ il secondo sotto il Renewable Heat Premium Payment Scheme (Rhpp) presentato dal Dipartimento per l’energia e il cambiamento climatico. Il nuovo budget si aggiunge ai 3 milioni di una prima tranche di aiuti dell’anno scorso.

Sostiduendo  le caldaie a gas con le caldaie a biomassa e con i moduli solari termici, l’Inghilterra continua la sua strada verso l’indipendenza dalle fonti di energia tradizionale. La caldaia a biomasse, infatti, produce energia alla la frazione biodegradabile dei prodotti, rifiuti e residui di origine biologica provenienti dall’agricoltura, dalla silvicoltura e dalle industrie connesse, comprese la pesca e l’acquacoltura.

(gc) 

Questo articolo è stato letto 6 volte.

biomasse, caldaie a gas, caldaie biomassa, gas, governo Inglese, gran Bretagna caldaie a biomassa, Inghilterra, pannelli solari termici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010. Direttore responsabile: Cecilia Maria Ferraro redazione@ecoseven.net