Ospedali green. L’evoluzione della provincia di Arezzo

Gli Ospedali della provincia di Arezzo diventano green. Grazie ad un progetto di riqualificazione le strutture sfrutteranno le fonti rinnovabili e ridurranno gli sprechi

Ad Arezzo nascono gli ospedali green. Fonti rinnovabili, impianti di trigenerazione, illuminazione a basso consumo energetico e gestione controllata dei rifiuti e degli sprechi d’acqua: saranno questi i punti di forza degli ospedali della provincia di Arezzo, che, grazie al progetto ‘Ospedale Verde’, promosso Asl di Arezzo e dal Ministero dell’Ambiente, risparmieranno sull’energia e sull’acqua.

A diventare green saranno cinque ospedali e 60 edifici sanitari, strutture complesse e dispendiose quando si tratta soprattutto di costi energetici. La trasformazione degli edifici e il loro ripensamento ambientale sarà graduale: entro la fine del 2015 si prevede l’autoproduzione di circa il 50% dell’energia necessaria per le attività degli ospedali, la riduzione del 25% delle emissioni di CO2 e il risparmio annuo globale di circa 1,5 milioni di euro.

I primi interventi green sugli ospedali hanno già avuto inizio. Tra i lavori già completati vi è quello del primo impianto fotovoltaico da 47 kWp, all’ospedale San Donato di Arezzo. I primi cambiamenti che subiranno le strutture ospedaliere, infatti, riguarderanno l’approvvigionamento dell’energia elettrica. Nei prossimi mesi verranno installati 14 impianti fotovoltaici, per una potenza complessiva di circa 500 kWp (il 2% dei consumi attuali). Da non sottovalutare anche gli interventi che vedranno la sostituzione delle lampadine tradizionali con luce a Led e le risoluzioni di monitoraggio sullo spreco di acqua e sulla raccolta differenziata.

(gc) 

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER